Progetto e-waste

Da Linux User Group Scandiano.


Cos'è il progetto e-waste?

100px-Logo-e-Waste.jpg
Con il Progetto e-waste il Linux User Group di Scandiano si propone di ritirare vecchi PC da aziende e privati cittadini con lo scopo di recuperarli installando GNU/Linux per poi donarli a scuole (vedi Progetti scolastici) o associazioni no-profit locali interessate corredati dell'opportuna formazione per utilizzarli. Siamo in grado di riciclare vecchi PC poichè il sistema operativo GNU/Linux è, per sua natura, molto meno avido di risorse rispetto a Microsoft Windows. Esistono distribuzioni complete di tutte le caratteristiche e funzionalità di un sistema operativo moderno ma con una interfaccia grafica semplificata per poter funzionare agevolmente anche su un computer datato.

Quali sono i vantaggi del progetto e-waste?

128px-Peoplevvs.jpg
Vantaggio etico

L'attività didattica dovrebbe essere esente da condizionamenti di ogni tipo, compresi quelli economico-commerciali. L'idea di affidare ogni aspetto dell'informatizzazione della scuola ad una sola multinazionale (la Microsoft), è piuttosto sconcertante e comunque non in linea con il "principio di pluralismo" sancito dalla Legge del 28 Marzo 2003, n. 53. Per questo, è opportuno che gli studenti abbiano coscienza, non solo che computer non vuole dire necessariamente Microsoft, ma che esistono diverse alternative di pari e, in certi casi, migliore qualità e che permettono una completa libertà di utilizzo. Attraverso il progetto e-waste ci proponiamo di portare la cultura del software libero nelle scuole attraverso Linux e una vasta scelta di programmi educativi liberamente utilizzabili.

Fiore.png
Vantaggio ecologico

I rifiuti elettronici (e-waste) sono rifiuti di tipo particolare. I principali problemi derivanti da questo tipo di rifiuti sono la presenza di sostanze particolari e la non biodegradabilità di tali apparecchi. Il rapido progresso tecnologico avvenuto in questi ultimi anni ha inevitabilmente prodotto un quantitativo enorme di e-waste per lo più destinati a discariche e inceneritori con conseguenze di inquinamento del suolo, dell'aria, dell'acqua con ripercussioni sulla salute umana. Attraverso il progetto e-waste ci proponiamo di allungare la vita dei PC contribuendo a diminuire il numero di rifiuti elettronici indirizzati alle nostre discariche.

128px-Euro.png Vantaggio economico

Le principale ditte di produzione software (Microsoft, Adobe, Apple) offrono licenze a prezzo ridotto per le scuole e studenti. Una postazione con Microsoft Windows, un programma per l'ufficio come Microsoft Office e un programma di grafica come Adobe Photoshop può costare (ad una scuola) circa 290€ esclusivamente per le licenze software. Se gli studenti che utilizzeranno quella postazione si convinceranno che per scrivere testi occorre necessariamente Microsoft Word e per elaborare immagini occorre Adobe Photoshop, in ambito professionale dovranno pagare circa 2000€ per poter utilizzare gli stessi programmi (verificare cifre non educational). Utilizzando software libero è possibile svolgere le medesime attività senza spendere nulla.


Non siamo un alternativa alla Discarica

I rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), o semplicemente rifiuti elettronici, in lingua inglese "Waste of Electric and Electronic Equipment" (WEEE) o e-waste vanno smaltiti secondo la legge. I principali problemi derivanti da questo tipo di rifiuti sono la presenza di sostanze considerate tossiche per l'ambiente e la non biodegradabilità di tali apparecchi. Questi prodotti vanno trattati correttamente e destinati al recupero differenziato dei materiali di cui sono composti, come il rame, ferro, acciaio, alluminio, vetro, argento, oro, evitando così uno spreco di risorse che possono essere riutilizzate per costruire nuove apparecchiature oltre alla sostenibilità ambientale. Tuttavia, prima di avviarli al riciclaggio, puù essere utile allungare la vita di questi PC.

Indicativamente accettiamo macchine (funzionanti o con un componente sostituibile) che siano almeno: Pentium 233 Mhz, 128 MB Ram, hd 10 Gb. Se completo di monitor, mouse, tastiera è meglio ma non obbligatorio :). Accettiamo anche hard disk e ram.

Quali programmi saranno installati sui PC destinati alle scuole?

Nei PC forniti sarà installata una suite completa di programmi per l'ufficio (LibreOffice) compatibile con i formati di Microsoft Office. Un programma di grafica simile a Photoshop (Gimp). Una vasta serie di programmi didattici adatti alle diverse scuole.

Prenderemo spunto dalla distribuzione Edubuntu, una distribuzione GNU/Linux adatta agli ambienti scolastici ed educativi, ottimizzandola il più possibile per renderla adatta anche a PC di recupero.

In particolare abbiamo studiato una installazione personalizzata di Linux per minimizzare l'utilizzo delle risorse mantenendo una interfaccia utente facile da utilizzare.

Come aderire

Aderire al progetto e-waste è molto semplice. Se sei un privato o un'azienda e vuoi donare il tuo vecchio PC, contattaci (lug@42019.it): verremo personalmente a ritirare il PC! Ci riserveremo tuttavia la possibilità di rifiutare hardware eccessivamente obsoleto o non riparabile. Se hai necessità di scaricare formalmente il materiale potrai effettuare una donazione ad associazione.

Sei fai parte di una scuola e vuoi ulteriori informazioni sul Progetto e-waste? Contattaci (lug@42019.it). Verremo a farti visita spiegandoti nel dettaglio il nostro progetto. Ti mostreremo una postazione di prova con GNU/Linux e alcuni dei programmi didattici che possiamo installare sui PC riciclati. Potrai prenotare un certo numero di PC, che potremo consegnarti appena saranno disponibili. Prima della consegna dei PC con GNU/Linux ti chiederemo di firmare il nostro Accordo etico come impegno a rispettare i principi del progetto stesso.

150px-Earth.jpg

Risorse del progetto

Articoli

Rassegna stampa