Appunti di Gnome-Shell

Da Linux User Group Scandiano.
Crystal kedit.png
Questa pagina ha bisogno di aiuto.

Questa sezione è soltanto un abbozzo e necessita di essere sviluppata. Se vuoi contribuire allo sviluppo di questa sezione clicca sul pulsante modifica e inserisci i tuoi contenuti.

GNOME Shell è il cuore dell'interfaccia utente del desktop environment GNOME a partire dalla versione 3, rilasciata il 6 aprile 2011. Fornisce funzionalità di base come il passaggio tra le finestre e il lancio delle applicazioni. Sostituisce il pannello di GNOME[1] e altri componenti software di GNOME 2 per offrire una esperienza utente che rompa con il modello desktop utilizzato nelle precedenti versioni di GNOME[2].

Le aree principali dell'ambiente di lavoro di Gnome3

Cerchiamo di capire quali sono le aree principali dell'ambiente di lavoro di Gnome 3 con lo schema seguente

Schema delle principali aree di Gnome3.png

Scorciatoie

Per sfruttare al massimo le potenzialità di Gnome Shell è utile impararsi le principali scorciatoie da tastiera ed eventualmente configurarsene di nuove. Ecco le scorciatoie principali di Gnome3[3]. Nelle Impostazioni di Sistema > Tastiera è possibile impostare altre scorciatoie personalizzate.

  • System (Windows): Passa dal desktop alla modalità overview
  • Alt+F1: Passa dal desktop alla modalità overview
  • Alt+F2: Apre la finestra di dialogo comandi
  • Alt+Tab: Passa da una applicazione alla successiva
  • Alt+Shift+Tab: Passa da una applicazione alla precedente
  • Alt+[Tasto giù]: Dopo Alt+Tab, premendo il tasto GIU, mostra le finestre aperte dell'applicazione
  • Ctrl+Alt+Tab: Apre il selettore di accessibilità
  • Ctrl+Shift+Alt+R: Accede e spegne il registratore di screencast
  • Ctrl+Alt+Su/Giù: Passa da un desktop all'altro
  • Ctrl+Alt+Shift+Su/Giù: Sposta al finestra attiva al desktop successivo o precedente
  • Ctrl+Enter: Launch a shell command in a new Terminal window

Comandi alt+F2

I comandi sotto descritti si possono trovare da terminale utilizzando il comando "gnome-shell". Vedere "man gnome-shell" per l'utilizzo.

I comandi vanno inseriti nella finestra che appare con la combinazione alt+F2.

  • r o restart per riavviare GNOME Shell.
  • rt per ricaricare il tema di GNOME Shell.
  • debugexit per chiudere GNOME Shell.
  • lg per aprire la console di debugging.

La potenza di Gnome-Shell si vede anche da questi comandi, ad esempio riavviando con l'opzione -r non perdiamo la nostra precedente sessione grafica e tutte le finestre aperte fino a quel momento saranno ripristinate, persino le eventuali copie/spostamenti.

...Ma come si spegne?

Spegnere il PC con Gnome-Shell non è semplicissimo e sembra uno scherzo dei programmatori: bisogna cliccare in alto a destra sul nostro utente e premere il tasto Alt: in questo modo il comando sospendi (da riga pm-suspend) si trasforma in Spegni....

Oppure insieme al tasto Alt mettiamo la freccia del mouse su sospendi e premiamo la barra spaziatrice.

...E l'ibernazione?

Il comando per ibernare è sparito: o si modificano le impostazioni in Alimentazione oppure da terminale con utente root (o con sudo) basta lanciare:

pm-hibernate

Aggiornamenti

Se la notifica degli aggiornamenti non appare bisogna controllare che il pacchetto update-notifier sia installato.

Cancellare i file recenti

Dal pannello Attività iniziando a digitare qualcosa, Gnome cercherà tra le applicazioni, le impostazioni, le risorse e dispositivi e gli elementi recenti una qualche corrispondenza. Per ora per cancellare questi ultimi visto che non esiste un comando grafico basta eliminare il file:

~/.local/share/recently-used.xbel*

dalla propria home, poi con Alt+F2 lanciare il comando r che riavvia Gnome-Shell.

Questo comando corrisponde da terminale a:

gnome-shell --replace

sul man viene indicata oltre all'opzione --replace anche l'opzione - r ma provando il terminale restituisce l'errore "gnome-shell: Opzione -r sconosciuta".

Abilitare Icedove come client predefinito

A causa di un bug di Icedove non è possibile impostare questo programma come client predefinito di posta. La soluzione manuale riportata nella segnalazione del bug funziona perfettamente. Si tratta di modificare il file /usr/share/applications/icedove.desktop estendendo la riga seguente:

MimeType=message/rfc822;x-scheme-handler/mailto;

Successivamente occorre lanciare il comando seguente come utente root e icedove comparirà nella lista delle possibili applicazioni predefinite.

update-desktop-database

Aggiungere applicazioni di avvio

Per poter aggiungere applicazioni di avvio è necessario lanciare il comando

gnome-session-properties

Si aprirà il vecchio configuratore di Gnome2

Configurazioni ulteriori e temi

Per configurare ulteriormente Gnome-Shell e gestire i temi di Nautilus come su Gnome 2 basta installare dai repository il pacchetto gnome-tweak-tool.

OpenJava e Iceweasel

Se l'integrazione tra Iceweasel e OpenJDK non funziona provare ad aggiungere il plugin:

aptitude install icedtea-plugin

Migliorare i font

Di default i font utilizzati in Gnome-Shell dovrebbero essere i Cantarell. Se non vengono visualizzati potrebbe essere che non siano stati installati. Per procedere con l'installazione digitare:

aptitude install fonts-cantarell

Gnome Shell Extensions

Gnome Shell supporta l'installazione di estensioni che permettono di aggiungere o modificare il comportamento dell'ambiente desktop. Il sito ufficiale delle estensioni di Gnome comprende già centinaia di pacchetti installabili anche direttamente da Firefox/Iceweasel.

Le estensioni installate saranno collocate all'interno della cartella

~/.local/share/gnome-shell/extensions/

Visualizzare il percorso nella barra di Nautilus

Per visualizzare il percorso in Nautilus basta premere CTRL+L ma se vogliamo rendere questa funzione permanente ci basterà lanciare da riga questo comando:

gsettings set org.gnome.nautilus.preferences always-use-location-entry true

Per tornare alla configurazione originale basta rilanciare il comando sostituendo "true" con "false".

NOTA: ora è disponibile una comoda opzione nelle impostazioni avanzate (Tweak Tool) nella sezione "File".

Problemi e soluzioni

L'icona di rete non si aggiorna

Può capitare che l'icona di rete di Network-manager non si aggiorni correttamente: il problema si nota se si apre il menu "Impostazioni di rete" dove l'interfaccia di rete locale non viene gestita. La soluzione è aprire il file /etc/network/interfaces con privilegi di root e commentare la riga riferita a eth0, in questo modo:

#iface eth0 inet dhcp

Poi un riavvio:

/etc/init.d/network-manager restart

A questo punto sarà Network-Manager a gestire la scheda di rete.

Dopo la sospensione la rete non funziona

Altro problema che si può incontrare: riattivando il PC dalla sospensione la connessione di rete non si riattiva, neppure riavviando il servizio. Questo difetto molte volte si riscontra utilizzando la batteria con l'alimentatore scollegato. Per aggirare l'inconveniente bisogna capire che modulo utilizza il kernel per far funzionare la scheda di rete. Per capirlo possiamo usare comandi come lspci o lshw (non installato di default) e cercando tra i vari moduli con lsmod. Nel caso sotto, utilizzato come esempio, con lspci troviamo come controller network una scheda Realtek "RTL8101E/RTL8102E". Utilizzando il gestore dei pacchetti e cercando nei programmi installati la parola "realtek" vediamo che è stato installato firmware-realtek: nella descrizione del pacchetto vediamo che i vari driver hanno nomi come r8169, r8192, ecc. A questo punto cerchiamo il modulo:

lsmod | grep r8

e troviamo r8169 e cioè il modulo attualmente in uso. A questo punto creiamo il file:

vim /etc/pm/config.d/unload_modules

e inseriamo la stringa:

SUSPEND_MODULES="$SUSPEND_MODULES r8169"

riavviamo e testiamo la modifica mandando il PC in sospensione scollegato dalla presa elettrica: a questo punto riattivandolo la rete dovrebbe continuare a funzionare.

Problemi installando Icedove

In Jessie un baco di sistema non permette l'installazione di Icedove avvisando l'utente che il pacchetto va in conflitto con gnome e xul-ext-adblock-plus. Una soluzione è quella di rimuovere il metapacchetto gnome e adblock:

aptitude install '~i~R^gnome$'
aptitude remove gnome xul-ext-adblock-plus

Adblock poi può essere installato singolarmente attraverso i componenti aggiuntivi di Iceweasel.

Riavviare Gnome Shell

Per riavviare gnome shell basta lanciare il comando

gnome-shell --replace

ma se la sessione grafica è bloccata basterà andare in un terminale (ad esempio premendo CRTL+ALT+F1) e digitare:

gnome-shell --display :0 --replace

che cercherà la sessione grafica sul display 0: modificare questa opzione a seconda delle proprie necessità.

Link utili

Note

  1. Apoorva Sharma. Why does Gnome-shell replace the current gnome-panel. 23-03-2010
  2. Da Wikipedia::GNOME Shell
  3. Estratte e tradotte da http://live.gnome.org/GnomeShell/CheatSheet